Merlot vs Pinot Nero

I vini di Merlot e Pinot Nero provengono da vitigni diversi, e i loro sapori sono notevolmente diversi con il Merlot che ha un gusto molto più morbido rispetto ai sapori struggenti che segnano il Pinot Nero

Di Lucie Robson
Nov 17, 2021
tagAlt.wine  glass 20211117


Qual è la differenza tra il vino Merlot e il vino Pinot Noir?

Pinot Noir e Merlot sono due delle uve da vino rosso più popolari al mondo, ma per ragioni diverse. Dove il Pinot Noir offre finezza, il Merlot offre vini facili da bere. Dove i viticoltori amano il Pinot Noir abbastanza da tollerare quanto sia difficile da coltivare, amano il Merlot per la sua capacità di adattarsi alle diverse condizioni di crescita. Coltivato in una gamma di regioni vinicole mondiali, nell'Italia centrale, il Merlot è una delle stelle nelle miscele Super Tuscan mentre il Pinot Nero (nome italiano del Pinot Noir), prospera nei climi settentrionali del Veneto, del Piemonte, della Valle d'Aosta, del Trentino, dell'Alto Adige, della Lombardia e nei siti più freschi della Toscana. È anche un'uva chiave, sempre in queste aree per quanto riguarda la spumantizzazione, attraverso il metodo classico. 

 


Pinot Nero

Il Pinot Noir viene dalla Francia ed è una varietà antica, dalla buccia sottile e dalla maturazione precoce. Ama i climi freschi ed è difficile da coltivare, ma produce vini così freschi e complessi che i viticoltori di tutto il mondo lo ammirano. A seconda dell'ambiente e della cantina, il Pinot Noir può variare da leggero e fruttato a complesso, terroso e selvatico. A differenza del Merlot, non è adatto per la produzione ad alto volume che si vede nei climi caldi, perché diventa troppo morbido e confettoso. Il Pinot Noir eccelle nei luoghi freschi con un'attenta vinificazione. In Borgogna genera vini di colore profondo, tannici, densi, affinati in piccole botti che richiedono anche un lungo affinamento in bottiglia, ma anche rosati carichi e acidi di immediato consumo. I migliori grands crus sono vini intensi, polposi, vibranti e fruttati, di bella struttura, con un apporto del rovere mai in evidenza. 


Caratteristiche principali del Pinot Nero

  • Da giovane il Pinot nero può avere sentori di lampone, fragola, ciliegia e violetta, mentre con gli anni acquista note più autunnali o speziate, fino ad assumere aromi nettamente più animali dopo molti anni in bottiglia. 
  • Il Pinot Noir proveniente da siti leggermente più caldi mostra un frutto più concentrato e un alcool più alto.
  • La quercia aggiunge note speziate.
  • Forse la peculiarità comune dei Pinot nero di tutto il mondo è un certo frutto dolce e in generale livelli di tannini e pigmenti inferiori alle grandi varietà rosse. I vini sono decisamente più affascinanti da giovani ed evolvono rapidamente, anche se il declino dei migliori è lento.


Esempi di Pinot Nero in Italia

  • Pinot Nero "Ludwig" 2018, Elena Walch, Alto Adige, Veneto, Italia
  • Pinot Nero "Case Via" 2016, Fontodi, Toscana, Italia
  • Franciacorta "Pas Dosè Riserva" 2008, Mosnel, Lombardia, Italia


Merlot

Il Merlot è un'altra classica uva francese che viene piantata nei vigneti del Vecchio e del Nuovo Mondo in climi da moderati a caldi. Facile da coltivare, il suo carattere fruttato è ideale per i vini varietali ad alto volume così come per le miscele, dove aggiunge morbidezza e un corpo rotondo. Versatile e adatto al cibo, l'accessibilità di quest'uva non significa che manchi di spina dorsale. Sta in piedi da solo come un bel vitigno in regioni selezionate e gioca un ruolo importante nei grandi vini di Bordeaux, soprattutto a Saint-Émilion e Pomerol. 


Caratteristiche principali del Merlot

  • Il Merlot è secco con tannini morbidi, ha un'acidità medio-alta, un alcol medio-alto e un corpo medio-pieno.
  • La fermentazione/maturazione in rovere aggiunge chiodi di garofano, cedro, vaniglia e cioccolato.
  • Il Merlot maturo presenta note di frutta nera e rossa stufata e di cioccolato fondente.

Esempi di Merlot in Italia:

  • Montiano 2015, Falesco Famiglia Cotarella, Lazio, Italia
  • In Violas Merlot 2016, Poliziano, Cortona, Toscana, Italia
  • Campanaio 2018 (miscela di Merlot/Cabernet Sauvignon), Podere Monastero, Toscana, Italia
vineyard-20211117


Pinot Noir vs Merlot: Origine

Il Pinot Noir è un vitigno molto antico che ha le sue radici in Francia. Il termine "pinot" sembra derivare da "pigna", e più specificatamente "piccola pigna", a significare sia la modesta dimensione del grappolo, che la caratteristica di avere gli acini fitti, appressati, appunto come le squame di una pigna. È un'uva molto difficile da coltivare perché le sue bucce sottili la rendono vulnerabile al marciume e al gelo. Ha anche bisogno di un trattamento delicato in cantina. 


La sua patria è la Borgogna dove brilla nella Côte d'Or in alcuni dei vini più fini e costosi del mondo. I viticoltori di questa regione francese hanno sviluppato tecniche di cantina che sono state copiate in tutto il mondo e rimane il punto di riferimento della produzione di Pinot Noir di qualità. 



A causa della sua lunga storia, il Pinot Noir ha innumerevoli cloni e incroci come il Pinot Gris e il Pinot Blanc. Oltre che in Borgogna, produce vini di alto livello nella Oregon Valley, USA, Martinborough e Central Otago, Nuova Zelanda, Los Carneros e Russian River Valley in California, e le zone più fresche del Sud Africa e del Cile. Il Pinot Noir è anche un'uva chiave in Germania, dove è conosciuto come Spätburgunder, e nella Champagne, dove è miscelato nei vini spumanti. In Italia, appare soprattutto come vino spumantizzato in queste denominazioni: Franciacorta, Oltrepò Pavese, Trento Doc e Alta Langa; mentre nella versione ferma, specialmente nelle zone alpine o comunque di montagna.


Il Merlot è apparso per la prima volta nei registri dei vini di Bordeaux nel 1700. Secondo la leggenda popolare, il suo nome deriva da un merlo locale grazie alle sue bacche brillanti e blu-nere. In questa regione iconica del vino, il Merlot è di gran lunga l’uva più coltivata che gode di grande popolarità. Il Merlot ama i terreni argillosi freschi che contribuiscono alla sua caratteristica frutta rossa e nera morbida, ai tannini delicati, all'acidità e al corpo rotondo. Sulla riva destra di Bordeaux, dove cresce con più successo, è l'uva principale nei blend di Saint-Émilion e Pomerol. Sulla riva sinistra, è il secondo vitigno più importante nelle famose e costose miscele guidate dal Cabernet Sauvignon. 


Il Merlot si distingue anche in entrambi i vini varietali di alto volume e d'elite. Il Merlot di qualità è prodotto in alcune parti del Cile, nello stato di Washington, in Australia, in Nuova Zelanda e a Stellenbosch in Sud Africa. Merlot precoci e facili da bere sono prodotti in massa nel sud della Francia e nelle regioni vinicole più calde del Nuovo Mondo. In Italia, il Merlot si fa strada nei vini varietali e nelle miscele a Bolgheri, in Toscana, così come nelle miscele del Chianti Classico.

 

Pinot Noir vs Merlot: Uve

Il Pinot Noir è un vitigno antico che ha più di 40 mutazioni - un fatto che affascina gli enologi! La sua storia si perde nella notte dei tempi, ma la sua presenza moderna in Borgogna può essere fatta risalire al Medioevo, quando gli ordini religiosi coltivavano anche l'uva e perfezionavano molte pratiche di vinificazione. È un germogliatore e maturatore precoce che ama i climi freschi. Questo significa che i viticoltori spesso lottano per proteggerlo dalle gelate primaverili e dall'umidità durante la stagione della crescita. La devozione per quest'uva è una testimonianza della sua qualità e finezza.

Il Merlot viene da un incrocio di Cabernet Franc e di un'uva meno conosciuta come Magdeleine Noire des Charentes. Gli enologi hanno anche trovato connessioni con Carménère, Pinot Noir e Malbec. Il Merlot è un'uva blu scuro che germoglia e matura presto. Prospera nei freschi terreni argillosi della riva destra di Bordeaux, dove domina in molti dei più prestigiosi blend rossi della regione.

 

Pinot Nero: Note di degustazione

Gli aromi, i sapori e il profilo del Pinot Noir dipendono da dove viene prodotto. Nella migliore Borgogna, mostra pura ciliegia acida e frutta rossa con note speziate, carnose e di funghi quando invecchia. Più a sud in Borgogna, il Pinot Noir ha un fruttato più concentrato e un corpo più pieno a causa delle temperature leggermente più calde. Il Pinot Noir dell'Otago centrale mostra un fruttato intenso e un alcol elevato grazie all'intensa luce solare e ai lunghi giorni di maturazione. L'alta acidità è una caratteristica chiave del Pinot Noir, e tende a mostrarla in tutte le regioni di produzione. I tannini e l'alcol sono da medi ad alti, mentre il corpo è da medio a pieno. Ovunque sia prodotto, il Pinot Noir presenta un'inconfondibile moderazione ed eleganza.

 

Merlot: Note di degustazione

Gli aromi e i sapori del Merlot variano a seconda di dove viene coltivato. Nel Bordeaux e nel sud della Francia, la ciliegia e la prugna dominano in un vino di corpo medio o pieno, di alta acidità e con tannini medi. Nelle regioni calde di produzione ad alto volume come le valli centrali della California e del Cile, il Merlot mostra un concentrato di frutta nera, un'acidità mite e un corpo da medio a pieno. In Italia, sulla costa toscana, i vini Merlot hanno frutti neri e rossi audaci, tannini profondi e toni floreali. Il rovere contribuisce con spezie e note di tostato.

 

Pinot-noir-20211117


Pinot nero contro Merlot: Abbinamento con il cibo

Tenendo a mente le caratteristiche del Pinot Nero varietale e dell'assemblaggio, i seguenti consigli vi aiuteranno ad abbinarlo con successo.

  • Evitare qualsiasi cosa molto speziata o dolce. Entrambi accentuano i tannini astringenti, l'acidità e l'alcol, mentre opacizzano la frutta e il corpo.
  • L'acidità nel cibo aumenta il corpo e il fruttato.


Antipasti: cocktail di gamberi paté, salumi, formaggio e funghi ripieni di mollica di pane.

Portata principale: piatti di selvaggina francese con salse leggere e cremose, Beef Wellington, risotto ai funghi, aragosta, Coq au vin, salmone e tonno, asparagi alla griglia e verdure primaverili, pollo arrosto, pasta, manzo bourguignon.

Dessert: Mousse al cioccolato fondente, fragole/ciliegie ricoperte di cioccolato fondente.

Formaggio: Formaggio di capra, brie, gorgonzola, formaggi blu dolci, formaggi affumicati.

 


Il palato fruttato del Merlot, i tannini medi e l'acidità lo rendono un grande vino da cibo. Tenete a mente che ci sono due stili principali di Merlot. Il più noto è lo stile internazionale fatto nel sud della Francia e nelle regioni vinicole del Nuovo Mondo. Questo è caratterizzato da frutta nera concentrata, tannini setosi, acidità morbida e, se invecchiato, spezie e cedro. Il secondo stile si caratterizza nel Bordeaux ed è raramente visto al di fuori di questa regione. È magro, rosso-fruttato ed erbaceo con alta acidità e tannini medi. La fermentazione e la maturazione in rovere aggiungono cedro e spezie. La chiave per abbinare con successo il Merlot al cibo è ricordare che è succoso e di medio peso


Tenendo a mente le caratteristiche del Merlot varietale e dell'assemblaggio, i seguenti consigli vi aiuteranno ad abbinarlo con successo.


Come per il Pinot Noir, occorre evitare i cibi dolci o speziati perché possono evidenziare l'astringenza e l'acidità mascherando il corpo e i sapori.

L'acidità e il sale nel cibo aumentano il corpo e il fruttato.


I Merlot concentrati e alcolici si abbinano meglio ai cibi più ricchi. 


Antipasti: Funghi ripieni; bucce di patate arrosto; fonduta di formaggio con pane, spicchi di patate arrosto, verdure arrosto e polpette da intingere.

Portata principale: Spiedini di agnello con verdure arrostite; pizza Margherita; gnocchi e ravioli con ricche salse al pomodoro o cremose.

Dessert: Brownies al cioccolato o crêpes.

Formaggio: Brie, gouda, parmigiano, cheddar media stagionatura.

grape-20211117

all.sign in to leave a review