Sauvignon Blanc vs Chardonnay: quale scegliere?

Sauvignon Blanc o Chardonnay quale amate di più? Preferite le fresche sfumature erbacee e il ritmo scalpitante di un Sauvignon o le burrose note di uno Chardonnay o le fresche sfumature erbacee e il ritmo scalpitante di un Sauvignon. Chardonnay e Sauvignon sono due vitigni diametralmente opposti e gli stili di questi due vitigni variano in base all'area di provenienza.

Di Lucie Robson
Feb 23, 2022
tagAlt.wine

Sauvignon Blanc e Chardonnay

Il Sauvignon Blanc e lo Chardonnay sono entrambe uve bianche tra le più popolari nel mondo.


Ma è qui che finiscono le somiglianze! 

 

Il Sauvignon Blanc è quello che viene definito una varietà aromatica, il che significa ciò che effettivamente è; ha aromi e sapori distinti che i viticoltori mirano a proteggere nel processo di vinificazione. D'altra parte, lo Chardonnay è una varietà non aromatica. Ha un profilo abbastanza neutro ed è spesso paragonato a una tela bianca perché i viticoltori possono usare una serie di processi di vinificazione per creare un particolare stile di vino.

 

Naturalmente, per entrambe le uve, l'ambiente di coltivazione e il suo impatto sul frutto influenzano anche il vino finale, ma è la vinificazione quella veramente importante - specialmente per lo Chardonnay. Un'altra differenza è che si abbinano a cibi diversi (ne parleremo più avanti). Differiscono anche nel comparto prezzo. Mentre si può sempre trovare una buona bottiglia di Chardonnay, facile da bere e relativamente poco costosa, di solito si paga di più per il Sauvignon Blanc che si trova nella fascia bassa del mercato. 

 

Entrambi sono ampiamente piantati nelle regioni vinicole del Vecchio e Nuovo Mondo e fanno vini memorabili, quindi addentriamoci nelle storie di queste due affascinanti cultivar e vediamo cosa aspettarci in un bicchiere dall'Italia.

 

Sauvignon Blanc

È facile dire dal suo nome che il Sauvignon Blanc (chiamato semplicemente Sauvignon in Italia) è un'altra classica uva francese. La sua patria in Francia è Bordeaux nel sud-ovest, ma Sancerre nell'estremità orientale della Valle della Loira è dove vengono fatti i vini di riferimento.

 

Gli amanti del vino spesso associano quest'uva a Marlborough in Nuova Zelanda - e giustamente. Il Sauvignon Blanc ha trovato un ambiente unico in questo paese degli antipodi, mostrando aromi e sapori distinti, più una fine mineralità. 

 

Il Sauvignon Blanc cresce anche in Australia, Sud America e Sud Africa. In California, a volte segue un metodo di vinificazione di Bordeaux dove subisce un trattamento con la quercia ed è conosciuto come Fumé Blanc. 

 

Più vicino a casa, in Italia, stili eccezionali di Sauvignon Blanc appaiono nelle regioni nord-orientali del Veneto, Alto-Adige e Friuli-Venezia Giulia. In particolare, cresce anche in Emilia-Romagna, Sicilia e Toscana come monovarietale o parte di una miscela in numerose DOC.

 

Il suo equilibrio di frutta, acidità e corpo differisce nei diversi climi, così come il suo livello di alcol che si aggira tra l'11,5% e il 13,5%.

chardonnay_france_20220223

 

Caratteristiche principali del Sauvignon Blanc

  • Il Sauvignon Blanc parte da tonalità pallide a quelle di limone intenso.
  • In climi freschi mostra agrumi, peperoni verdi e note vegetali.
  • Nelle regioni calde, dominano le note di pietra e di frutta tropicale.
  • Il Sauvignon Blanc è solitamente secco, di alta acidità e ha un corpo da leggero a medio.
  • A Bordeaux, è mescolato nel vino dolce Sauternes dove aggiunge un'acidità equilibrante.
  • Di solito il Sauvignon Blanc non è sottoposto ad alcuna cottura per mantenere la purezza del frutto. Quando è cotto, presenta note tostate.
  • L'alcol tende ad essere dal 12,5% al 14,5%.

 

 

Esempi di Sauvignon Blanc:

  • Sauvignon Blanc, Meroi, 2019, Friuli-Venezia Giulia, Italia.
  • Sauvignon Blanc, Rosa Bosco, 2019, Friuli-Venezia Giulia, Italia.
  • Sauvignon Blanc, Castel Vecchio, 2020, Friuli-Venezia Giulia, Italia.

 

Chardonnay

Lo Chardonnay è un'altra uva iconica francese che proviene dalla regione della Borgogna. Questa zona rimane il produttore di riferimento per i viticoltori di tutto il mondo che creano le loro versioni dei vini Chardonnay. 

 

Questa cultivar è spesso considerata come un'uva da tela bianca per i viticoltori, perché non è aromatica. Ciò significa che i viticoltori, sia in vigna che in cantina, possono sperimentare una serie di tecniche per lasciare un'impronta speciale sul vino risultante.

 

Per esempio, lo Chardonnay delle zone fresche di Chablis mostra frutta verde, agrumi e alta acidità, mentre la stessa uva in California produce vini corposi con frutta tropicale matura e toni di vaniglia e quercia. In tutto il mondo, c'è praticamente ogni stile tra questi due. Vale anche la pena notare che lo Chardonnay è una delle uve usate nella produzione dello Champagne e in molti vini metodo Champenoise in tutto il mondo.

 

In Italia, lo Chardonnay è piantato estensivamente sia per i vini IGT di massa che per le classificazioni di alta classe. È piantato dappertutto, dalla fresca regione del Piemonte dove si trovano le Langhe DOC, ai caldi vigneti della Sicilia. Appare come risposta italiana allo Champagne nella Franciacorta di Brescia in Lombardia.

 

Caratteristiche principali dello Chardonnay

  • Lo Chardonnay va da tonalità pallide al limone profondo.
  • È una delle uve più coltivate al mondo e cresce in regioni a clima fresco e caldo.
  • È un'uva relativamente neutra che può essere modellata nei vigneti e in cantina per produrre uno specifico stile di vino.
  • È fatto in stili semplici e complessi.
  • Il miglior Chardonnay ha una buona capacità di invecchiamento. 
  • In genere ha dal 12,5% al 14,5%.

 

Esempi di Chardonnay:

  • Franciacorta Brut '61, Tenuta Berlucchi, Lombardia, Italia
  • Chardonnay 2018, Feudo Disisa, Sicilia, Italia
  • Maturum Chardonnay 2018, K. Martini & Sohn, Trentino-Alto Adige/Südtirol, Italia
sauvignon blanc_20220223

 

Sauvignon Blanc vs Chardonnay: origine

Sauvignon Blanc

 

Alcuni ampelografi pensano che il Sauvignon Blanc sia imparentato con il Savagnin, una varietà bianca della regione del Jura in Francia. L'uva ha una lunga presenza a Bordeaux ma la sua casa spirituale in Francia è la Valle della Loira. Quest'uva ha anche la sua progenie.

 

Il Sauvignon Blanc associato al Cabernet Franc ha prodotto il Cabernet Sauvignon ed è simile al suo famoso "figlio" in quanto è vigoroso e cresce in molte regioni vinicole. 

 

Gli stili di vino fatti da questa cultivar vanno dai vini secchi e acidi di Sancerre alle miscele dolci di Sauternes dove aggiunge acidità. Può produrre stili secchi freschi e frizzanti come nella Valle della Loira, così come stili dolci visti in Sauternes e Barsac. 

 

 

Chardonnay

Lo Chardonnay proviene da quel vivaio di vitigni che è la Borgogna. Inizialmente, veniva spesso confuso con il Pinot Bianco, ma i ricercatori hanno stabilito che lo Chardonnay è un incrocio tra il Pinot Nero e un'uva relativamente oscura chiamata Gouais Blanc. 

 

Oltre la Borgogna, gli impianti di Chardonnay si sono diffusi rapidamente e facilmente perché è una varietà facile da coltivare e vinificare. Le espressioni standard d'oro vengono dalla Borgogna con molte tecniche di vinificazione copiate da questa regione. 

 

Nei paesi produttori di vino del Nuovo Mondo, lo Chardonnay è coltivato per i vini di alto volume e di alta qualità. 

 

 

Sauvignon Blanc vs Chardonnay: Vitigni

Il Sauvignon Blanc è un'uva aromatica a maturazione precoce che ha bisogno di un tocco delicato in cantina per preservare i suoi aromi e sapori di frutta brillante. In alcune parti di Bordeaux e della California, è invecchiato in rovere per aggiungere note tostate e corpo, ma occorre riconoscere che ciò è fatto con cura.

 

Fiorisce in climi più freschi come Sancerre dove mostra agrumi, pepe verde e toni minerali. In zone soleggiate come la Nuova Zelanda, emergono il frutto della passione e la frutta a nocciolo. Il Sauvignon Blanc cresce rapidamente e in modo robusto, quindi ha bisogno di una gestione rigorosa nel vigneto.

 

Questa cultivar cresce in tutta Italia, comparendo sia in vini monovarietali che in miscele. I migliori esempi vengono dall'Alto Adige, dove il Sauvignon Blanc è aspro, e dal Friuli-Venezia Giulia, dove i frutti più maturi dominano il palato.

 

 

Chardonnay

Questa cultivar popolare è resistente e adattabile. E' un germogliatore precoce e gestisce bene il clima freddo e continentale della Borgogna settentrionale, ma prospera anche nei luoghi più caldi della California e del Sud Africa. 

 

I diversi climi si traducono in una gamma di stili. Nel fresco Chablis, lo Chardonnay è secco e incredibilmente acido, mentre più a sud in Borgogna, nel Macon, è più corposo con strati di frutta a nocciolo. Nei luoghi più caldi come la California e l'Australia, lo Chardonnay può mostrare frutta tropicale e vaniglia speziata dal rovere.

 

Quando viene coltivato in siti scelti, quest'uva produce vini di alto livello così come stili ad alto volume dalle regioni calde e fertili nel sud della Francia, Cile, Australia, Sud Africa, Argentina e California.

 

In Italia, lo Chardonnay appare nella Franciacorta lombarda con metodo tradizionale. È anche famoso in Sicilia dove si ottengono vini ricchi e fruttati! 

vineyard_france_20220223

 

Sauvignon Blanc vs Chardonnay: note di degustazione

Sauvignon Blanc

In climi freschi, le caratteristiche di quest'uva sono agrumi, frutta verde, alta acidità e ricca mineralità. In luoghi più soleggiati (ma ancora relativamente freschi), gli aromi e i sapori del Sauvignon Blanc si sviluppano in frutta a nocciolo e tropicale ancora compensati da un'alta acidità e da strati di mineralità.

 

Quando viene trattato con la quercia, vanta leggere note tostate. Generalmente si gusta meglio giovane.

 

 

Chardonnay

Un'uva molto versatile che può adattarsi ad una gamma di condizioni di crescita, lo Chardonnay mostra agrumi e mela verde nei punti più freschi insieme ad un'alta acidità.

 

L'invecchiamento in rovere (dove presente) aggiunge spezie e tostato. In luoghi caldi come la California, quest'uva sviluppa ricche e piene note tropicali e, se invecchiato in botte (di rovere americano), spezie e note di vaniglia.

 

Sauvignon Blanc vs Chardonnay: abbinamento con il cibo

Sauvignon Blanc

Il Sauvignon Blanc è il vino di riferimento per i piatti vegetariani, le insalate e il pesce, sia che si tratti di uno stile leggero e acido della Valle della Loira o di una complessa espressione di frutta tropicale del Marlborough. Per un perfetto abbinamento con il cibo, notate il suo livello di frutta (leggera o ricca), l'acidità e la secchezza.

 

In termini di Sauvignon Blanc italiano, uno stile pieno e fruttato dal Friuli-Venezia Giulia e uno stile leggero e rinfrescante dall'Alto Adige si abbinano bene con una gamma di piatti. 

 

  • Antipasti: bruschetta, olive ripiene, grissini avvolti nel prosciutto, hummus, torte di granchio.
  • Antipasti: ravioli con salsa di pomodoro, agnello o pollo alla griglia, sushi, frutti di mare, ostriche, penne al pesto, verdure saltate. Notate che il Sauvignon Blanc ama le salse burrose, perché la sua acidità taglia il grasso.
  • Dessert: crostate di frutta, torta al limone, pavlova di frutta. 
  • Formaggio: Gruyère, Brie, Gouda, formaggio di capra, Cheddar.

 

 

Chardonnay

A seconda di dove cresce, le espressioni dello Chardonnay vanno dall'elegante e leggero (bollicine Franciacorta) al corposo, stratificato e rigoglioso (Sicilia Chardonnay). Questo lo rende molto versatile quando lo si abbina al cibo. I punti chiave da tenere a mente sono la presenza o meno di lievito, i livelli di acidità e quanto sia fruttato.

 

 

Chardonnay non barricato

  • Antipasti: Salumi, antipasti di mare, formaggi leggeri, olive e salse. 
  • Entrate: Sushi, insalata di pollo, insalata di mare, pesce alla griglia, risotto ai piselli. 
  • Dessert: Piatto di frutta. 
  • Formaggio: Brie, formaggio di capra, Parmigiano.

 

 

Chardonnay barricato

  • Antipasti: Zuppe cremose, salumi, antipasti di mare. 
  • Antipasti: Aragosta, granchio o capesante, salmone alla griglia, risotto ai frutti di mare, pasta al sugo, paella. Dessert: Piatto di frutta, crème brulée. 
  • Formaggio: Brie, Gruyère, Emmental, Camembert.

 

 

Sicilia Chardonnay

Oltre ai cibi che si adattano allo Chardonnay invecchiato, il ricco frutto di uno Chardonnay siciliano si sposa particolarmente bene con piatti cremosi a base di funghi, patè e ricette di selvaggina arrosto.

 

Chardonnay (bollicine)

Un bicchiere di Franciacorta brut, extra brut o dosaggio zero è un aperitivo ideale per scaldare il palato. È anche perfetto servito con stuzzichini di verdure o pesce in tempura, poiché l'acidità e le bollicine completano il grasso. Un Franciacorta demi-sec si abbina bene con dolci cremosi e leggeri come la crème brulee, quindi conservalo per ultimo!  

pesto_pasta_20220223

all.sign in to leave a review