Cos'è il Pinot Nero? Il vino, il vitigno, la storia e le caratteristiche organolettiche del Pinot Nero

Il Pinot Noir, chiamato Pinot Nero in Italia, è un'uva complessa, dalla maturazione precoce e molto sensibile al terroir.

Di Lucie Robson
Mar 23, 2022
tagAlt.Pinot Nero Infografica

Pinot Nero (vitigno) in 30 secondi

  • Il Pinot Nero è un'uva nera che produce vini rossi secchi e spumanti metodo tradizionale.
  • In Italia, cresce soprattutto in Lombardia seguita da Trentino-Alto Adige, Friuli e Veneto.
  • Mostra ciliegia rossa acida, tannini medi e acidità medio-alta.
  • Il Pinot Nero maturo sviluppa sentori di funghi, terra di bosco e note di selvaggina.
  • Il rovere aggiunge tabacco, fumo, pepe bianco e spezie.
  • Questo vino ha di solito 12,5 - 13,5% di alcol.
  • Il Pinot Nero appare come parte di una miscela nella Franciacorta frizzante.
  • Quest'uva rappresenta poco più di 10.000 ettari in Italia.
  • Appare nei vini DOC e DOCG

 

 

Che vino è il Pinot Nero? 

Il Pinot Nero, conosciuto internazionalmente come Pinot Noir, è un'uva iconica che viene dalla Borgogna in Francia. È un'antica cultivar che ha generato circa 40 mutazioni. Il Pinot Nero ha una buccia sottile e un germogliamento precoce, inoltre matura presto e ha bisogno di cure meticolose nel vigneto per crescere con successo. 

pinot-noir_grape_wine_20220323

 

Scoprire il Pinot Nero

Il Pinot Nero non va bene nei climi caldi dove diventa “caramelloso” e perde la sua definizione. Per questo motivo, in Italia, appare solo nei luoghi freschi del nord e nei paesi vinicoli caldi del Nuovo Mondo, nelle zone più temperate. Ovunque appaia, il Pinot Nero è notoriamente difficile da coltivare e vinificare. Tuttavia, il suo fascino è tale che i vignaioli sono disposti ad assumersi i rischi associati a quest'uva per produrre dei vini fini ed inquietanti. 

 

Il Pinot Nero produce rossi da leggeri e fruttati a complessi e maturi ed è anche usato in vini spumanti con metodo tradizionale come il Franciacorta della Lombardia.

 

Il Pinot Nero secco italiano tende ad avere un colore più profondo di quello della Borgogna e un alcol leggermente più alto.

 

I vini Premier e Grand Cru della Borgogna sono tra i più costosi del mondo, ma il Pinot Nero è prodotto anche in denominazioni di livello inferiore che offrono una qualità molto buona.

 

Quali sapori ha il Pinot Nero?

Il giovane Pinot Nero è da leggero a medio rubino con sapori di amarena. La maturazione sviluppa note di bosco, selvaggina e funghi, mentre la quercia aggiunge chiodi di garofano. Quando è prodotto in climi più temperati e soleggiati, i sapori sono più concentrati. Ovunque provenga, il Pinot Nero mostra un'eleganza senza tempo e una buona acidità.

 

Il Pinot Nero italiano può mostrare note affumicate e pepate con tabacco. Lo spumante come il Franciacorta mostra tipicamente frutta matura, fiori secchi e note di mandorla.

 

A causa del suo distinto profilo di sapore e struttura, il Pinot Nero ha bisogno di un attento abbinamento con il cibo ma, quando è servito con i piatti giusti, l'abbinamento è bellissimo!

roast_20220323

 

Quali sono gli stili del Pinot Nero?

Il Pinot Nero è raramente miscelato perché è così difficile da coltivare e produce basse rese, un fatto che lo rende inadatto alla miscelazione. 

 

Come vitigno, è fatto in stili secchi che vanno dal luminoso, giovanile e fruttato a vini complessi, stratificati e terrosi.

 

Lo spumante Franciacorta è disponibile in cinque livelli di dolcezza che tendono verso l'estremità secca della scala. Il più secco è il dosaggio Zero e il più dolce (anche se ancora piuttosto secco) è il Demi-dec.

 

A cosa si abbina il Pinot Nero?

Il Pinot Nero è un vino di peso medio, quindi è meglio abbinarlo a piatti di media potenza. La sua alta acidità significa evitare tutto ciò che è dolce, poiché questa componente evidenzia sgradevolmente l'asprezza. L'acidità nel cibo fa emergere il corpo e il fruttato, quindi le ricette con il pomodoro sono un buon abbinamento per il Pinot Nero. 

 

Il Franciacorta si abbina bene ai cibi grassi perché l'acidità e l'effervescenza tagliano il grasso. È anche perfetto come aperitivo. 

 

Abbinamento con il Pinot Nero

  • Antipasti: Cocktail di gamberi; paté; salumi; funghi ripieni di formaggio e mollica di pane. 
  • Piatti Principali: Piatti di selvaggina francese con salse leggere e cremose; Beef Wellington; risotto ai funghi; aragosta; Coq au vin; salmone e tonno; asparagi alla griglia e verdure primaverili; pollo arrosto; pasta con salse al pomodoro; manzo bourguignon. 
  • Dessert: Mousse al cioccolato fondente; fragole/ciliegie ricoperte di cioccolato fondente. 
  • Formaggio: Formaggio di capra; Brie; Gorgonzola; formaggi erborinati dolci; formaggi affumicati.  
late_burgundy grape_20220323

 

Quali sono le denominazioni del Pinot Nero?

In Italia, il nord del paese è la fonte di Pinot Nero di alto livello con il Trentino, l'Alto Adige, il Veneto, il Friuli, la Lombardia che rimangono le zone più rinomate per questo vitigno classico.

 

Nelle prime 4 zone, il Pinot Nero è fatto sotto il regolamento DOC, mentre la Franciacorta in Lombardia ha lo status DOCG. La freschezza di questi climi è ideale per la coltivazione non facile di quest'uva . 

 

Qual è l'origine del Pinot Nero?

Il Pinot Nero (o Noir) risale a molti secoli fa in Borgogna, ma il suo nome ha cominciato ad apparire nei documenti di vinificazione solo nel Medioevo. Gli ordini religiosi svilupparono le tecniche di vinificazione durante questi tempi in Francia, ponendo le basi per la vinificazione moderna. 

 

In Italia, questa cultivar iconica ha fatto la sua prima apparizione in Alto Adige intorno al 1830 dove era conosciuta prima come "Bourgogne Noir" e poi come "Blauburgunder". 

 

Il nome si adattò gradualmente alla lingua locale e oggi questo vitigno è chiamato Pinot Nero e Pinot Negro.

 

Ammirato in tutto il mondo sia dai viticoltori che dai consumatori di vino, oltre l'Europa il Pinot Nero ha un'eccellente reputazione nella Oregon Valley, USA, Martinborough e Central Otago, Nuova Zelanda, Los Carneros e Russian River Valley in California. È anche coltivato nei luoghi più freschi del Cile e del Sudafrica.

pinot_noir_burgunduy_20220323

 

Come si produce il Pinot Nero?

Il Pinot Nero ha bisogno di un trattamento attento nel vigneto perché è vulnerabile al gelo e al marciume, specialmente nella sua patria, la Borgogna. Anche la vinificazione è meticolosa con una macerazione delicata in modo da esaltare il colore del vino ed estrarre sufficienti tannini.

 

Gli enologi di solito preferiscono usare la pressatura a grappolo intero per il Pinot Nero, poiché questo protegge le sue delicate caratteristiche di aroma e sapore risultando un vino più puro. La fermentazione può avvenire in acciaio inossidabile per preservare la frutta o in rovere per la struttura e i tannini. Se il vino è destinato all'invecchiamento, passerà alcuni mesi in rovere per l'aggiunta di fumo, tabacco e spezie.

 

Il Franciacorta è un vino spumante metodo tradizionale che significa che ha subìto due fermentazioni, una delle quali in bottiglia. Questo prestigioso metodo di vinificazione include anche l'invecchiamento sulle fecce, un processo che aggiunge al vino note di brioche e corpo.

 

Che tipo di vino è simile al Pinot Nero?

  • Bardolino, Italia.
  • Beaujolais, Francia.
  • Valpolicella, Italia.
  • Zweigelt, Austria.
  • St. Laurent, Austria.

Fatti divertenti

  • Il Pinot Nero è soprannominato "Heartbreak Grape" (uva del cuore) a causa di quanto sia difficile da coltivare. 
  • È il vino varietale più costoso a livello globale
  • Il Pinotage è un incrocio delle due uve: Pinot Nero e Cinsault
burgunduy_20220323

all.sign in to leave a review