I 10 migliori ristoranti di Milano: una guida per provare i migliori piatti della città

Non poteva mancare la nostra selezione di ristoranti di Milano in cui bisogna mangiare almeno una volta nella vita.

Di Sofia Landoni
Sep 16, 2022
tagAlt.milan

10 RISTORANTI MIGLIORI DI MILANO

 

Milano non è un semplice capoluogo: Milano è, in Italia, il cuore pulsante del dinamismo moderno. Qui il mondo corre veloce, anticipa i tempi, sceglie le novità e le assurge a tendenze.

 

Milano detta stile, Milano partorisce correnti. La ristorazione, qui, segue il passo rapido dello spirito meneghino, alzando a dismisura l’asticella della qualità e dell’eleganza, oppure preservando una piccola e preziosissima nicchia di tradizioni, ma anche proponendo novità e regalando momenti enogastronomici che sono a tutti gli effetti delle esperienze da ricordare. 

 

Quali sono i migliori ristoranti di Milano?

armani_ristorante_20220916

 

RISTORANTE ARMANI

Via Alessandro Manzoni 31, Milano


All’ultimo piano dell’Armani Hotel, il ristorante firmato dalla cucina dell’executive chef Francesco Mascheroni è una meta obbligata per chi cerca piatti in grado di stupire ma anche di appagare. La creatività di Francesco Mascheroni è un punto di sutura fra i sapori umami del Sol Levante, dove Francesco ha accumulato significative esperienze, e la ricchezza della cucina italiana.

 

Anche la location risponde a un criterio di classe e sobrietà, come “Armani” comanda. Le sale e gli arredi in bianco e nero del ristorante e dell’annesso launge bar riportano all’essenzialità, cercata sia nell’estetica che nel gusto. 

 

seta_milano_20220916

 

SETA

Via Andegari 9, Milano


All’interno del Mandarin Oriental lo chef Antonio Guida ha fondato il suo regno, supportato dalla competenza, in sala, di Manuel Tempesta e Andrea Loi. Le due stelle Michelin conferite al Seta provengono da un servizio fra i più belli del panorama milanese, perfetta combinazione di precisione, attenzione e simpatia, e dalla cucina dello chef Guida, che sembra divertirsi a rendere eccezionale ciò che è normalmente considerato qualcosa di comune.

 

Ed ecco, quindi, che elementi ‘semplici’ come il pomodoro, il lampone o la carne di pollo diventano protagonisti di piatti indimenticabili. Un menù interamente dedicato alla selvaggina, nel tempo autunnale e invernale, conferma l’abilità dello chef nel lavorare qualunque tipo di carne. 

Ristorante-Osaka-Milano_20220930

 

OSAKA

Corso Garibaldi 68, Milano

Insegna storica della ristorazione giapponese a Milano. Tradizione e qualità eccellente, sia nelle materie prime che nella loro trasformazione, sono i pilastri di questo ristorante nel cuore della movida meneghina, seppur defilato in una piccola galleria laterale di corso Garibaldi.

 

Sushi, pesce, zuppe, ramen, piatti a base di carne e molto altro, perché l’autentica cucina giapponese non si limita certo alla sola partecipazione di riso e pesce crudo. E anche per ciò che riguarda le bevande, il ristorante Osaka è pronto a dire la sua, proponendo una delle migliori liste di sakè che si possano trovare in città. Un luogo dove vivere intensamente la ricchezza enogastronomica del Giappone.

diego-rossi-trippa_20220916

 

TRATTORIA TRIPPA

Via Giorgio Vasari 1, Milano


Un posto che ormai ha bisogno di poche presentazioni. A renderlo speciale è la creatività dell’eclettico chef Diego Rossi, istrione della carne e delle verdure. Sì, perché sebbene il nome del ristorante sia un inequivocabile riferimento a una precisa tipologia di ingredienti, è altrettanto vero che Trippa non è solamente il tempio delle frattaglie. Da Trippa si possono trovare piatti di carne selezionatissima e cucinata alla perfezione, così come tantissimi piatti a base di verdure ricchi di gusto e di genialità.

 

Must del locale è l’antipasto di trippa fritta. La location è conviviale, in perfetto stile trattoria. Pareti gialle, tavoli e sedie di legno, servizio preciso ma informale: le chiacchiere e il buonumore dei commensali sono la colonna sonora di Trippa.

ceresio-7-milano_202201609

 

CERESIO POOLS & RESTAURANT 7

Via Ceresio 7, Milano


Uno dei rooftop più cool e conosciuti della città (e probabilmente anche uno dei primi a nascere e a raggiungere una certa fama). Un luogo dove si ha sempre motivo di tornare, grazie al servizio elegante e alla cucina che sa essere leggera e raffinata.

 

Eppure bisogna ammettere che Ceresio 7 Pools and Restaurant splende durante la bella stagione, quando la terrazza con piscina diventa scenografico sfondo di aperitivi, party e afterdinner. Sita a lato dello spazio ristorante, la terrazza di Ceresio 7 gode di una bellissima vista sulla skyline milanese, riflessa nella piscina circondata da divanetti, poltroncine e piccoli gazebo.

spazio niko_20220619

 

SPAZIO NIKO ROMITO


4° Piano de Il Mercato del Duomo, Piazza del Duomo, Galleria Vittorio Emanuele II 1, Milano


La posizione di questo ristorante dalla cucina altamente ‘gourmet’ è certamente la più privilegiata di tutta Milano. Siamo al quarto piano de Il Mercato del Duomo, così vicino alla fiancata sinistra del Duomo che sembra quasi di poterlo sfiorare. Qui si è completamente immersi nella bellezza dei marmi, spettatori in prima fila delle guglie e dei ricami scolpiti nel 1400. La cucina di Spazio Niko Romito nasce dalla sinergia fra lo chef tristellato Niko Romito e la chef Gaia Giordano.

 

La proposta è meravigliosamente semplice: pochi ingredienti, materia prima eccellente, l’essenza del piatto è data dalla ricerca che ne sta alla base, frutto di tante conoscenze e affinatissima tecnica.

trattoria-al-laghett_20220916

 

AL LAGHETT


Via Sant’Arialdo 126, Milano


Appena fuori dall’urbanizzazione massiccia della città, la Trattoria Al Laghett – fondata nel 1890 - custodisce la vera tradizione gastronomica milanese. La zona è quella di Chiaravalle, accanto all’omonima abbazia e dirimpetto al parco agricolo della Vettabbia.

 

La location emana un profumo d’altri tempi: mobili in legno, credenze, mattoni a vista e tovaglie bianche ad adornare un luogo in cui tutto sembra essersi fermato a qualche decennio fa.


I piatti proposti provengono dai ricettari dei nonni e sono i classici della cucina milanese, comprensivi di cassoeula, rustisciada, cotoletta (rigorosamente fritta nel burro chiarificato), mondeghini e risotti vari. Specialità della trattoria è anche il pollo alla diavola. In primavera si può scegliere di mangiare all’aperto, sotto un porticato in legno rivestito dal glicine in fiore. 

AALTO_20220926

©AALTO

 

AALTO


Piazza Alvar Aalto – Via della Liberazione 15, Milano


Si trova nell’omonima piazza, nell’anticamera della meravigliosa Piazza Gae Aulenti, uno dei segni più maestosi della Milano moderna. Lo chef, Takeshi Iwai, ha ottenuto la stella dopo poche pagine di calendario dall’apertura, a conferma di una maestria da fuoriclasse. Takeshi mescola le sue origini giapponesi al suo presente italiano, ormai ben consolidato negli anni di lavoro al ristorante Ada e Augusto di Gaggiano, nella campagna provinciale di Milano sud.

 

Qui Takeshi ha imparato a utilizzare ingredienti prettamente agricoli e a trasformarli in finezza allo stato puro. Tra i suoi cavalli di battaglia c’è certamente “anguilla, tataki di manzo e liquirizia”, piatto iconico dello chef. Una mano elegante, sottile e discreta fa quasi da contrasto a un vortice di sapori forti e netti.

crosta-milano_20220916

 

CROSTA


Via Felice Bellotti 13, Milano


Panetteria, bottega e pizzeria. Crosta è un micromondo dove ci si inchina davanti all’arte bianca. Se durante le ore diurne il piccolo locale di via Bellotti diventa un via vai di persone che si recano a comprare il pane (uno dei più buoni di Milano) o qualche conserva, la sera i tavoli di Crosta diventano una vera e propria pizzeria gourmet.

 

Non è solo la pasta della pizza ad essere realizzata in modo impeccabile, ma anche le farciture delle varie versioni proposte, che spaziano dai gusti più tradizionali a quelli più audaci o elaborati, come “ventricina, ananas, coriandolo e cipollotto” oppure, nella categoria delle pizze senza pomodoro e senza mozzarella, “hummus di ceci, pinoli tostati e salsa al peperoncino e limone”. 

sine_by_pinto_20220916

 

SINE BY DI PINTO


Viale Umbria 126, Milano

Suonna, ca so suonne d’oro”: così reca l’insegna luminosa sulla parete interna del ristorante, unico punto sgargiante in una location fatta di linee essenziali e pochi fronzoli. Esattamente così è, infatti, la cucina di Roberto Di Pinto, chef del ristorante Sine. Proprio il nome, sine, la dice lunga: sine, ovvero “senza” celebra la vittoria dell’essenza spogliata dal superfluo.

 

La cucina di Roberto ha origine dalla sua culla napoletana e si affina via via attraverso le innumerevoli esperienze in giro per il mondo, fino a mettere radici a Milano, dove Roberto propone piatti che raccontano di sogni e di mare, di tradizione e di viaggi.

Una cucina che mira a soddisfare il cliente, riportando al centro il piacere del palato.

 


Potrebbe anche interessarti anche...

• I 10 migliori ristoranti a Roma: prova la migliore cucina italiana!
I 10 migliori Locali dove mangiare nelle Langhe, tra ristoranti bistrot e osterie


 

banner-firenze-20220902

all.sign in to leave a review