Cos'è la Schiava? Il vino, il vitigno, la storia e le caratteristiche organolettiche del vitigno dell'Alto Adige

Col termine Schiava (in tedesco Vernatsch) ci si riferisce ad un vitigno a bacca nera. Ci sono diverse uve non correlate con il nome Schiava: Schiava Gentile, Schiava Grossa e Schiava Grigia.

Di Lucie Robson
Mar 22, 2022
tagAlt.MamaBlip

Schiava (Vitigno) in 30 secondi

  • La Schiava è un vino rosso secco.
  • Ci sono diverse uve non correlate con il nome Schiava: Schiava Gentile, Schiava Grossa e Schiava Grigia.
  • Zone famose per la Schiava sono l'Alto Adige
  • È rubino chiaro e mostra aromi e sapori di ciliegia, fragola, mirtillo, mandorla, ribes rosso, melograno e violetta.
  • Ha un'acidità fresca e medio-alta e tannini leggeri.
  • Appare in diverse DOC in Italia.
  • Le DOC più rinomate sono il Lago di Caldaro DOC e Santa Maddalena che è una sottozona dell'Alto Adige DOC.
  • Copre circa 1.836 ettari.

 

Che cosa è la Schiava?

La patria della Schiava in Italia è l'Alto Adige, dove viene coltivata fin dal 1500. Di recente, sta vivendo una rinascita con piantagioni in espansione. È anche un vitigno molto popolare nella regione vinicola di Baden in Germania, dove è chiamato Trollinger e c'è un evento speciale che si tiene ogni anno. Detto questo, la maggior parte del Trollinger tedesco è destinato al mercato locale, quindi la Schiava è più facile da trovare fuori dall'Italia.

alto-adige_20220321

 

Imparare a conoscere Schiava

Come le vaste famiglie del Moscato o della Malvasia, la famiglia della Schiava è composta da uve non sempre imparentate ma che portano lo stesso nome. La gamma di uve Schiava comprende la Schiava Gentile, l'uva più raffinata e la Schiava Grossa, che è molto diffusa. 

 

In Italia, la maggior parte della Schiava si trova in Trentino e in Alto-Adige. In queste famose aree vinicole alpine pedemontane, il più corposo Santa Maddalena DOC è il miglior esempio. 

 

Stili morbidi e fruttati vengono dal Lago di Caldaro DOC. Nelle stesse vicinanze, Merano dal Südtirol DOC vanta una Schiava fruttata con note speziate ed erbacee. La Schiava rappresenta 1.836 ettari in tutta Italia.

 

Che sapore ha la schiava?

La Schiava è un vino rosso chiaro con note di ciliegia rossa, fragola, mirtillo rosso, mandorla, ribes rosso, melograno e violetta. Al naso ha anche sentori di potpourri e persino di gomma da masticare.

 

Schiava_grossa_20220321

 

Stili di vino Schiava

La Schiava è fatta prevalentemente in uno stile rosso secco. Oltre a una normale DOC, la Schiava può apparire come Classico, il che significa che è fatta con uve del centro storico di una denominazione. Può anche essere Superiore, indicando una maggiore gradazione alcolica. Alcune Schiava appaiono come Auslese. Questo è un termine vinicolo tedesco che significa "raccolto selezionato" usato per uve raccolte in ritardo per ottenere una maggiore ricchezza. La Schiava appare anche in stile rosato.

 

 

Che cibo si abbina con la schiava?

La Schiava è un vino adatto al cibo con frutta brillante, tannini delicati e acidità medio-alta. È importante considerare queste componenti quando si abbinano i vini rossi e rosati con il cibo. Nel complesso, i piatti leggeri e medi si adattano meglio a questo vino e gli stili più acidi vanno bene con i cibi grassi. 

 

Schiava Abbinamento con il cibo

 

couscous_20220321

 

In quali zone cresce la Schiava?

Le migliori denominazioni/zone di Schiava

Alto Adige Santa Maddalena è una denominazione di sottozona della DOC Alto Adige. I vigneti si trovano a nord della città di Bolzano. I vini Schiava di questa DOC sono considerati come alcune delle migliori espressioni dell'uva e tra i migliori vini dell'intera area. Di medio corpo e concentrata, la Schiava rappresenta almeno l'85% del vino, mentre il Lagrein è un vitigno usato nel resto.

 

 

Il Lago di Caldaro DOC si trova a sud di Bolzano. Un'altra denominazione rinomata per la Schiava; i vini sono morbidi, freschi e fruttati.

 

 

A nord di Bolzano, ai piedi delle Alpi, si trova la città di Merano. Parte del Südtirol DOC, anche la Schiava di qui è ricercata. I terreni alluvionali e ghiaiosi producono un frutto ricco che rende i vini concentrati con una nota speziata.

 

Da dove nasce la Schiava?

L'uva Schiava ha una storia oscura con radici che vanno indietro di generazioni. Per aggiungere l'intrigo della sua storia, in Alto-Adige, la principale area di coltivazione della Schiava, ci sono tre lingue ufficiali: Italiano, tedesco e ladino. Ciò significa che la Schiava appare sotto le spoglie di numerosi nomi.

 

Gli ampelografi dicono che Schiava è una traduzione della parola "schiavo" che indica una  possibile provenienza dell’uva dalle regioni slave. Altri esperti di uva dicono che la traduzione è un riflesso del suo metodo di allevamento della vite a pergola.

 

Qualunque siano le sue origini, la Schiava è un'uva molto antica con una rete tentacolare di vitigni che fanno alcuni dei vini più rilevanti dell'Alto-Adige.

schiava_20220321

 

Come è fatta la Schiava?

La Schiava è un vino leggero con aromi che hanno un carattere floreale e dolce. Per bilanciare la dolcezza degli aromi, molti produttori dell'Alto-Adige fanno fermentare la Schiava a secco.

 

 

I viticoltori seguono i metodi standard di vinificazione in rosso, perfezionando i processi lungo la strada per soddisfare il carattere dell'uva. Per esempio, molta Schiava è fermentata in acciaio inossidabile per preservare il suo caratteristico carattere di frutta rossa, ma maturata in rovere per aggiungere una struttura delicata. 

 

 

Quando "Superiore" appare sull'etichetta, indica che il vino ha un alcool più alto di quello dettato dalla denominazione e potrebbe avere un invecchiamento più lungo.

 

 

Quando compare il termine tedesco "Auslese" sull'etichetta di alcuni vini dell’Alto Adige, significa che è realizzato con il metodo della vendemmia tardiva; l’uva quindi più matura per vini più ricchi e corposi.

 

"Classico" su un'etichetta indica che il vino proviene dal cuore originario di una denominazione.

 

Il Rosé Schiava è fatto attraverso una pressatura leggera seguita da una fermentazione in stile vino bianco o da una breve macerazione sulle bucce. 

 

Che tipo di vino è simile a Schiava ?

 

Fatti divertenti

  • Schiava è conosciuta con molti nomi tra cui Grauvernatsch, Kleinvernatsch e Koelner Blau.
  • La Schiava è uno dei vini più prestigiosi dell'Alto-Adige.
  • La Schiava è un'uva antica dalle origini oscure.
  • Il suo nome potrebbe derivare dalla parola "schiavo" che indica radici nei paesi slavi.
barrell_20220321

all.sign in to leave a review